Il Presidio dell’aglio rosso

Dal 2008, l’associazione dei produttori del presidio ha ideato una nuova confezione a forma di cestino normalmente composto da 4 bulbi. Gli stessi produttori hanno costituito la Cooperativa Agricola Rossonubia. Uno dei principali produttori di aglio rosso di Nubia è Giovanni Manuguerra, fornitore dell’aglio per le creazioni del menù di Buatta.

Per chi non lo sapesse, Nubia è una piccola frazione del comune siciliano di Paceco, alle pendici del Monte Erice, di fronte alle isole Egadi, costeggiata dal mare e dalle saline.

La maggior parte dei Nubioti si dedicava alla coltivazione dell’aglio rosso di Nubia, da cui Nubia ha acquistato la denominazione dialettale di “u paisi di l’agghi“.

Il tradizionale bulbo dell’aglio rosso di Nubia ha rischiato di perdersi nell’ultimo ventennio a causa della presenza di altri tipi di aglio e dell’esodo dall’agricoltura. Alcuni produttori, facendo propria la filosofia Slow Food, hanno ripreso la coltivazione di questo bulbo salvaguardando il prodotto dall’aroma unico, dovuto all’elevato contenuto in allicina, sostanza responsabile del sapore.


No Replies to "Il Presidio dell'aglio rosso"


    Got something to say?