Chiesa di San Benedetto, meraviglia del barocco settecentesco

dipinto-chiesa-01Via Crociferi, già patrimonio mondiale e sito Unesco, è un centro di tesori artistici monumentali invidiato in tutto il mondo.

La Chiesa di San Benedetto è una delle meraviglie del barocco settecentesco siciliano, tra le chiese più importanti della città di Catania, notoriamente riconosciuta tra le più belle chiese barocche d’Europa.

Un trionfo di affreschi e giochi prospettici che per tre secoli è stato occultato agli occhi del mondo: la chiesa è parte del Monastero di San Benedetto e luogo di preghiera claustrale perpetua.

L’edificio è stato restaurato nel 1948 sotto la direzione dell’architetto Armando Dillon, pochi anni dopo che gli affreschi che decorano la volta e parte dei fianchi tornassero alla luce grazie all’esplosione di un ordigno. Durante la seconda guerra mondiale, infatti, una bomba colpì la chiesa creando uno squarcio nella volta che ruppe quella patina di intonaco bianco che, durante tutto il XIX secolo, aveva nascosto gli affreschi agli occhi dei fedeli.

ora-et-laboraTre sono i temi degli affreschi che decorano la volta. Sulle lunette sono raffigurate le virtù teologali e le virtù cardinali, intervallate da immagini che rappresentano episodi della vita di San Benedetto, fondatore dell’ordine benedettino – cui la chiesa appartiene – e patrono d’Europa; a questo ultimo tratto fanno riferimento gli affreschi raffigurati, che evidenziano non soltanto la fondazione del Monastero di Montecassino, ma anche il tentativo, compiuto da Benedetto, di far dialogare la componente gotica e quella latina presente in Europa dopo la fine dell’Impero Romano d’Occidente.

La magnificenza del barocco della chiesa si sviluppa in tutta la sua pienezza nella parte centrale della volta, dove sono rappresentati il Trionfo ed il Viatico di San Benedetto; entrambi gli affreschi sono un raro esempio di mirabile prospettiva e teatralità barocca, grazie ad un sapiente contrasto di colori scuri ed accesi, che esplode in tutta la sua forza espressiva negli affreschi del presbiterio, al di sopra dell’altare, punto focale dell’intera chiesa, che attira l’attenzione dell’osservatore sin dal suo ingresso in chiesa.


No Replies to "Chiesa di San Benedetto, meraviglia del barocco settecentesco"